VALENTE CANCOGNI
(www)
8
IL SENTIRE INTERIORE
8

Artista sensibile ai moti dell'animo, opera nella lezione della grande scultura e nella continua ricerca dell'anima nell'immagine, preoccupandosi che l'aggregazione materica mantenga, nella forma, toni espressionistici dalle intensità sofferte e per questo drammatiche.
Affascinato dalle suggestioni del passato, radicate nella tradizione della plastica europea, Cancogni cerca la personale risposta in una modellazione aggettante, dall'immediata risoluzione che conservi l'emotività del momento e la freschezza d'esecuzione trovando piena soddisfazione nella creta e nel bronzo.
Una scultura che si affida principalmente al forte impatto materico per esprimere un dilaniante sentire interiore che stravolge e trasforma i volti rappresentati, caratterizzati da un movimento di torsione del collo e del volto che pare vogliano liberarsi per uscire dalla materia che li imprigiona. Nella modellazione plastica sono soprattutto i volti che interessano l'artista, ma anche esili figure femminili, singole o in coppia, proiettate verso l'alto, verso direi, uno spazio gotico e
nell'operare , egli passa indifferentemente dallo sfaldamento della materia, ad un modellato più asciutto e nervoso dal quale emergono volti antropomorfi.
Alle origini della pittura di Cancogni vi è una partecipazione emotiva verso l'espressionismo che restituisce nelle sue tele con i colori dei Fauves. In essa restano comunque immutate le motivazioni dell'artista, ma il messaggio viene ora trasmesso con una capacità espressiva più composta e controllata dei volti e dei corpi.
La pennellata è robusta, senza tuttavia eccedere nella materia e il segno, chiaramente di derivazione grafica, lascia intuire la scioltezza di una mano sempre in esercizio.
Il dialogo espressivo si alza decisamente nei colori dalla tonalità accesa, che solcano, come segnali di fuoco la tela che appare attraversata da energiche pennellate volte a creare un clima pittorico che rappresenta intensi ed esplicativi momenti di realismo esistenziale ma, la vivacità del cromatismo giocato prevalentemente nei colori primari, non riesce a mascherare la velata tristezza e l'atmosfera distaccata che avvolge i volti dei personaggi.
Enrica Frediani
pierallini

ALCUNE DELLE OPERE IN MOSTRA
K
Autoritratto
Altera figura
Spirito libero

CALENDARIO